Pasticceria Veneto – Brescia


Domenica pomeriggio, via Salvo d’Acquisto, Brescia.

Non siamo in centro, quindi, scordatevi i palazzi dalle belle facciate e le strade, chiuse al traffico, affollate di persone intente a fare shopping.

Dimentichiamo anche il profumo delle caldarroste, le rovine romane, i portici e l’aroma del Natale alle porte… Qua vicino scorre una delle tangenziali più trafficate di tutta la Lombardia.

I palazzi che vedo non sono belli, anzi. Dal mero punto di vista estetico sono brutti, letteralmente. Sono i classici edifici del boom edilizio. Spogli, scoloriti e insipidi hanno pareti sottili e infissi indeboliti dall’usura.

Uno di essi racchiude però quella che, oggi, è stata definita la miglior pasticceria d’Italia.

L’ambiente è molto elegante, a tratti posh. “Più che una pasticceria sembra una gioielleria” penso.

La clientela è abbastanza variegata, ma c’è un po’ troppo silenzio per i miei gusti. Mi piace essere sguaiata, cioè… Sono sguaiata, e sanguigna. La lingua è sempre più veloce del pensiero razionale e questi ambienti in cui bisogna parlare a bassa voce… mi infondono timore.

Fino a quando non passo all’assaggio ovviamente!

Il banco dei pasticcini è immenso e i colori sono presenti in tutte le sfumature. Ogni dolce sembra un’opera d’arte e io vorrei assaggiare tutto. Tutto.

I cioccolatini sono una calamita. Attirano, richiamano e stordiscono con il loro profumo. Vorrei toccarli, ma fortunatamente sono protetti da una vetrinetta in cristallo. Loro mi fissano ed io sono in preda all’aumento della salivazione.

Una volta avevo questo effetto davanti a un paio di MiuMiu, ma col tempo si cambia… Si invecchia. Anche se le MiuMiu non me le posso ancora permettere😦

Come dicevo all’inizio, la critica gastronomica, quella seria – mica io!, definisce la Pasticceria Veneto, la miglior pasticceria d’Italia. È così?

Sinceramente non lo so! Dovrei provarle tutte prima di esprimere la mia opinione, ma i dolci del signor Iginio, anche se io su Google scrivo sempre Igino, sono meravigliosi. Memorabili, notevoli, pregiati, indelebili.

La Sacher, rivisitata al lampone, è velluto in bocca.foto 2

Accarezza il palato e l’ugola. La finisci e ne vuoi un’altra porzione.

Non è carino da dirsi, ma al primo morso sono tornata indietro nel tempo…Alle elementari.

Metto via i regoli, tiro fuori il Soldino della Mulino Bianco e faccio merenda.

Sicuramente la Sacher che ho fra la forchetta e la bocca è 10 – 100 – 1000 volte meglio della merendina confezionata, ma la potenza di un ricordo è indelebile. E la Sacher qui di fronte è evocativa.

Il dolce di Maurizio non l’ho capito molto bene… l’ha fagocitato in meno di due minuti. Ricordo solo i ricci di cioccolato bianco e dei pezzettini di croccante alla nocciola. Scricchiolanti e sodi sotto i denti.foto 1

Il caffè, invece, rimane il miglio macchiato assaggiato finora. Inoltre è anche autografato!foto 3

Prima di tornare a casa, acquisto della marmellata alle fragole e un panettone al cioccolato (io lo vorrei classico, ma “Maurizio – Raimondo” lo preferisce così!).

Oggi, a pranzo, ho addentato il miglio panettone della mia vita. Roba che quando deglutisci ti chiedi perché gli agglomerati di ingredienti, esposti in alcune pasticcerie senza senso, possano chiamarsi anche loro “panettone”.

Il burro non si sente e  la lievitazione è, passatemi il termine, assoluta! Le scorzette di arancio e il cioccolato si bilanciano e non stancano.

Guardo il panettone e medito sul fatto che il mio io non raggiungerà mai quell’equilibrio, quella perfezione.foto 4

La marmellata, invece, non l’ho aperta. Attendo un’occasione speciale… Certa che non rimarrò delusa.

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...